Vicini Rumorosi E Orari Condominiali

  • test :

Citali in tribunale, io sinceramente all’1 e 30 di notte chiamerei i carabinieri e gli farei ricordare da loro che a quell’ora c’è chi dorme. Non è passato troppo tempo da quando i negozi di dischi migliori avevano uno spazio apposito dedicato alla musica rilassante, e i titoli più comuni erano proprio quelli che facevano riferimento allo sciabordio e al rumore delle onde contro gli scogli. Sul tema della vita si sono espressi tanti grandi pensatori e artisti di tutte le epoche e ognuno ha trovato un punto di vista unico, curioso e originale attraverso il quale far luce su questo grande mistero.

Nel nuovo testo di legge si dice che “le emissioni acustiche andranno valutate tenendo conto delle priorità della destinazione d’uso” della fonte da cui provengono. La norma sarà dunque applicata anche a impianti industriali e di altro genere. “È stato risolto definitivamente il problema non solo dell’autodromo di Monza ma anche degli altri impianti sportivi di tuta Italia” ha detto il deputato della Lega Nord Paolo Grimoldi che insieme al senatore Cesarini Monti è stato presentatore della proposta.

Dopo vari mesi la Cooperativa ci inviò una lettera con cui ci informava di aver ricevuto dall’Impresa la relazione del tecnico acustico in merito alla rilevazione avvenuta nel nostro appartamento e che l’Impresa avrebbe eseguito gli interventi correttivi da esso proposti. Non erano specificati né i valori misurati e neppure quali fossero gli interventi preposti, nonostante avessimo chiesto di comunicarceli. Abbiamo poi saputo, solo informalmente, che il valore massimo misurato fu di 27 dB e che uno degli interventi fatti è stato fatto prima della riaccensione del riscaldamento ed è consistito nell’ammortizzare i punti di contatto tra i macchinari componenti la caldaia e i muri del locale. Questi sarebbero stati spostati di un centimetro e negli spazi creati sarebbe stato inserito un pannello fonoassorbente(?) o antivibrazioni (?).

  • Gestire i rapporti di vicinato diventa un sottile gioco di equilibrio tra tolleranza e difesa della propria libertà.
  • Chiaramente per poter effettuare queste operazioni deve aprire e richiudere la serranda e non certo per la sua interezza ma solo quel tanto necessario a prelevare e scaricare.
  • In casa sono costretto a restare con le finestre chiuse, all’aperto sempre in compagnia di questo diesel perpetuamente acceso, domeniche e festività sono perfettamente identiche ai giorni settimanali.
  • Il rumore è talmente forte che rimbomba da sotto il manufatto e, dentro casa, a finestre chiuse, non si riesce a parlare ne ad ascoltare la televisione tranquillamente, in inverno, lascio immaginare d’estate a finestre aperte.

È una zona residenziale, soprattutto, il ristorante non dovrebbe ridurre i rumori esterni dopo una certa ora? A finestre chiuse o aperte la casa vibra e si sente un rumore sordo, un mix tra vibrazioni e suoni ad alto volume che fa di fatto vibrare mensole, tazzine, piatti, vetri e non ci consente di vivere serenamente. Queste immissioni vengono fatte di giorno, ma sempre in orari diversi, fatto che tiene le nostre famiglie in una continua situazione di ansia.

Ora, che ho 50 anni la apprezzo ma ho una famiglia e poche care amiche. Questo significa che la cosa più importante che puoi fare è lasciar cadere le barriere e la corazza che hai costruito ed essere vero. Questo significa condividere anche le cose che possono fare più male, di cui ti vergogni di più o che pensi ti farebbero perdere valore agli occhi degli altri. Infatti in questo articolo ho cercato di condensare tutte le migliori informazioni sull’argomento. Ti ringrazio per averlo letto fino in fondo e spero ti sia stato d’aiuto per comprenderlo meglio.

Prima di noi ci abitavano i genitori del mio compagno e dicevano che non c’era tutto questo rumore, i bambini ancora non erano nati e gli altri signori non facevano rumore. Inutile dire che dopo il dialogo con questa persona la situazione non è assolutamente variata, anzi forse è addirittura peggiorata. Sapete dirmi se posso fare qualcosa per richiedere la rimozione e/o articoli di legge a cui appellarmi magari coinvolgendo l’amministratore.

Noi abitiamo in un piccolo condominio dove al piano terra, proprio sotto di noi, c’è un bar aperto tutti i giorni fino alle due di notte. Noi dal 2009 abbiamo presentato un esposto al comune per un possibile inquinamento acustico ed abbiamo più volte richiesto l’intervento del Arpa. Ma L’arpa non esce se in comune non li da l’autorizzazione.

Così ho fatto, e l’ASL mi ha detto di chiamare la polizia municipale. Il problema è che quasi tutti non vogliono fare causa in quanto non vogliono spendere soldi ed inoltre non vogliono esporsi nei confronti di questo locale e di chi lo gestisce in quanto si dice siano persone poco raccomandabili. Sarebbe bastato che il Sindaco emanasse un’ordinanza e facesse rispettare le leggi sull’inquinamento acustico. Inoltre Caserta è dotata di un piano di zonizzazione acustica ma che viene http://testrecensioni.altervista.org/casino-reviews-ervaringen-van-echte-spelers-betrouwbare-casinos/ puntualmente, almeno nel nostro caso, disatteso. Da un paio di anni, la gestione dello stesso locale e’ cambiata.

Il giudice prenderà la sua decisione sulla base di vari elementi probatori come le testimonianza dei condomini, l’effetto concreto del rumore e la quantità del disturbo arrecato alla comunità. L’Italia delle case vicine ma indipendenti di provincia ha lasciato il posto a un’urbanizzazione sempre più fitta e capillare. I caseggiati e i condomini più o meno piccoli rappresentano la soluzione abitativa più comune nelle nostre città. Gestire i rapporti di vicinato diventa un sottile gioco di equilibrio tra tolleranza e difesa della propria libertà. C’è il vicino invisibile che ti chiede scusa per ogni rumore molesto e quello che sembra un vero e proprio bullo, intento a studiare ogni giorno nuovi modi per dar fastidio al prossimo. Se in inverno il problema sembra leggermente più tollerabile vuoi per i ritmi di vita più serrati e gli orari diversi, l’estate è il periodo in cui la pazienza è messa a dura prova.

Quando siamo andati ad abitare lì, l’attività era poca , ora da circa due anni è aumentata in maniera esorbitante. Lavorano “lanciando” con il macchinario chiamato ragno grandi quantità di rottami provocando grandi rumori e soprattutto alzano molta polvere. Iniziano a lavorare alle 6-6,30 del mattino fino alle ore 12-12,30 della mattina e ricominciano alle 14-14,30 del pomeriggio fino alle 18-18,30 . Questa lavorazione dura dal lunedì al venerdì per tutte le ore che ho scritto e il sabato, generalmente, solo nelle ore di mattina. Lavorano non solo col ragno ma anche con altri macchinari poiché fanno anche lavoro di pressatura. Si sente un forte odore di ferro e quando si passeggia lungo la pista pedonale oltre a sentire un forte odore di ferrame spesso si è inondati da fumi e polveri che escono dalla ditta.

Ciò che causa il rumore non è solo il traffico di mezzi agricoli, bensì anche la loro fermata (a motore acceso anche per più di un’ora), e le “sirene” come quelle udite dai mezzi per i lavori stradali. Ebbene, è come avere i lavori in corso ogni ora del giorno tutti i giorni. Siccome questo vicino è parecchio arrogante vorrei capire quale è il mio diritto e quale il suo. Recentemente, ho ricevuto delle lamentele da parte di un vicino, specifico non confinante con la mia abitazione, che si sente disturbato dalle loro voci, che a mio parere non sono di volume alto, direi nella normalità, certo si divertono hanno 2 e 4 anni. Il condominio ha contattato la direzione del supermercato per cercare una soluzione al problema, ma a nostro avviso, non hanno fatto assolutamente niente per risolverlo, ci siamo rivolti ad un avvocato, gli è stata mandata una lettera di diffida, ma loro ci hanno risposto picche, abbiamo deciso di fare querela alla Procura della Repubblica. Tutto questo in un area molto piccola e circondata da case, il rumore non ha neanche il modo di disperdersi.

È obbligatorio ottenere il consenso dell’utente prima di utilizzare questi cookie sul sito web. Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la navigazione. Di questi cookie, i cookie classificati come necessari vengono memorizzati nel browser in quanto sono essenziali per il corretto funzionamento delle funzionalità di base del sito web. Utilizziamo anche cookie di terze parti che ci aiutano ad analizzare e comprendere come si utilizza questo sito web. Questi cookie verranno memorizzati nel tuo browser solo con il tuo consenso. La disattivazione di alcuni di questi cookie può influire sulla tua esperienza di navigazione.

YOUR COMMENT